martedì 22 settembre 2009

Non di solo Papa vive l'italiano




COMUNICATO STAMPA DELLA CHIESA VALDESE:

No all'omofobia. Come cristiani siamo chiamati a testimoniare il primato dell'amore..

"I ripetuti atti di violenza contro omosessuali e locali frequentati da omosessuali danno la misura di un clima di intolleranza e di pregiudizio contro le diversità che, come cristiani e come cittadini, non possiamo accettare e di fronte al quale non possiamo tacere": così la pastora Maria Bonafede, moderatore della Tavola valdese, in una lettera inviata ad alcune organizzazioni omosessuali italiane. "Gli attentati contro gli omosessuali ed alcuni luoghi simbolo sono troppo frequenti per pensare a fatti ed atteggiamenti individuali, comunque deprecabili. Il rischio è che ci si abitui alla violenza omofoba, considerandola una delle tante forme di violenza difficile da reprimere e da prevenire. Non è così: la scuola ed i media possono fare molto, così come le chiese chiamate a testimoniare prima di tutto l'amore cristiano per l'altro, tanto più quando è perseguitato, offeso o emarginato".
Maria Bonafede ha quindi espresso la sua "vicinanza alla comunità omosessuale" e si è impegnata a "sostenere campagne di sensibilizzazione" per "l'affermazione dei pieni diritti di ogni persona, a iniziare dalla prossima manifestazione romana del 24 settembre".



Il loro sito: chiesavaldese.org


------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.