martedì 10 novembre 2009

Contro leggi divine


.
Daniela Danna

Amiche, compagne, amanti
Storia dell'amore tra donne
(1994)

"...Nel 1728 a Copenaghen si svolse l'unico processo danese per sodomia e travestimento contro una donna, Sidsel Andersdatter. A trentadue anni Sidsel (nata nel 1680) inizió a lavorare presso un droghiere, e là conobbe Bodil Maria Christensdatter. Bodil era nubile e aspettava un figlio, e Sidsel la aiutò facendosi scrivere da uno studente una falsa lettera di fidanzamento che permise a Bodil di battezzare il figlio come legittimo. Dopo un anno e mezzo andarono a vivere insieme: fu allora che Sidsel decise di passare per un uomo. Prese il nome di Andres Simonsen Aischenberg e trovó lavoro come cuoco di bordo sulle navi durante la grande guerra nordica. Le due donne si sposarono nel 1715, ma il matrimonio non andó bene: Bodil aveva contratto debiti, e Sidsel la lasciò andando a vivere a Jægerspris. Bodil ottennne il divorzio per poi risposarsi con un uomo. L'arresto di Sidsel, dopo tredici anni passati come Andres Simonsen, avvenne in circostanze poco chiare (proprio in quel punto l'inchiostro degli atti processuali è quasi scomparso). Probabilmente ritornò da Bodil per riavere le sue cose, o del denaro, e il nuovo marito la denunció, forse non pensando che il processo avrebbe coinvolto anche Bodil. I giudici infatti, avendo trovato addosso a Sidsel un corno attraverso il quale orinava, un elemento essenziale del suo travestimento a bordo della nave, accusarono le due donne di sodomia. Benché non potessero portare alcuna prova concreta, Sidsel fu condannata alla prigione a vita, in primo luogo per aver indossato abiti da uomo, 'cosa che va contro la legge divina', poi per il sospetto che avesse usato il corno in qualche inpudicizia, e infine per essersi presa gioco dei sacramenti, sposando un'altra donna e poi separandosene."

"...Florence Nightingale (1820-1910) aveva rifiutato di sposarsi perché ciò avrebbe significato sacrificare la propria vita e annichilirsi nell'ombra del marito, e in verità nessun uomo le aveva ispirato sentimenti tali da farle pensare che avrebbe potuto accettarlo. Era invece attratta da altre ragazze, ed ebbe numerose 'cotte', la più seria delle quali fu per la cugina Marianne Nicholson: 'Non ho mai amato con passione nella mia vita se non una persona, e questa era lei' scrisse nel 1846. Marianne era bella: 'Quella faccia intelligente è quasi come il volto di un angelo'. Ma era anche imprevedibile, l'angelo si alternava al diavolo, era crudele o gentile senza ragione, generosa o malvagia, sincera o bugiarda. L'amicizia, iniziata nel 1839, finí sei anni più tardi e per Florence fu una catastrofe, di cui si diede la colpa ritenendosi un'amica indegna di Marianne...Fu proprio in quell'anno che scoprí la vocazione al soccorso dei feriti, un'occupazione che era allora considerata assai poco femminile. Florence venne osteggiata in tutti i modi e lottò a denti stretti contro la disapprovazione sociale, ricompensata dal grande seguito femminile, che aderiva entusiasta al suo progetto di volontariato e la faceva oggetto della propria ammirazione."



"Amiche, compagne, amanti - Storia dell'amore tra donne" è uscito per la Mondadori nel 1994 ma dal 2003 è pubblicato in edizione integrale e aggiornata da Uni Service.


Florance Nightingale su Wikipedia



--------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.