sabato 19 giugno 2010

Giornata no

.
Questa è una di quelle giornate in cui tutto va esattamente come non vorrei. A cominciare dalla pioggia delle prime ore del mattino che ha bagnato, a lungo, la mia biancheria stesa in cortile, e proseguendo con appuntamenti annullati e chissà che altro accadrà oggi, anzi, non accadrà.
Per questo ho bisogno di ridere o almeno di sorridere. Così mi dedico alla lettura di un libricino di
.
Fulvio Sferza
TRIESTE BESTIALE
Modi de dir triestini
Edizioni Luglio -2005
.
Vi lascio pochi esempi che spero faranno sorridere anche voi, anche perchè le frasi più che tradotte sono commentate con ironia:
1 - "Muro vecio fa panza" (con l'età si tende ad appesantirsi)
2 - "No 'l se ricorda dal naso alla boca" (non ha più memoria)
3 - "El ultimo bicèr xe quel che imbriaga" (l'ultimo bicchiere è quello che ubriaca...)
4 - "Ale che 'l sol magna le ore" (svelto che il tempo passa velocemente)
5 - "Voia de lavorar saltime 'dosso" (abituale stato mentale dei triestini)
6 - "Cossa, a casa te ga speci de legno?" (non riesci a vederti bene come sei realmente?)
7 - "El ga el muso de: - dameli , se no te li ciogo -" (ha la faccia di: - dammi i soldi, altrimenti me li prendo -)
8 - "No sta cagar fora del bucal" (non fare il gradasso)
9 - "Scrivi sul iazo e po metilo sul sol!" (non ti pagherò mai!)
Ecc.
.
-----------------------------------------------

7 commenti:

  1. Davvero simpatici questi modi di dire, posso pensare che tutti gli intoppi burocratici siano andati a posto e tu sia riuscita a partire.

    In bocca al lupo!
    Bonne chanche!
    Good LUke!

    A presto, R

    RispondiElimina
  2. Povera te! Oggi é un nuovo possibilitá... Den lalleglade optimist ;-)

    RispondiElimina
  3. Hej, lalleglade optmist! Du glemte at skrive hvem du er, men jeg tror jeg ved hvem du er. Hav en god dag!

    RispondiElimina
  4. Voia de lavorar saltime 'dosso" (abituale stato mentale dei triestini)
    ??!!??? MAh non so se è l'abituale stato mentale solo dei triestini comunque il detto termina con...
    "che me scanso!"
    ;-))
    Francesca

    RispondiElimina
  5. Eh! Eh!
    Infatti non è solo uno stato mentale triestino!
    Però per fortuna in certi momenti ci si sente anche in questo altro modo, dimmi se sbaglio verbo: Voia de lavorar saltime 'dosso...che te guanto!!

    Guantar o guandar? Sì, insomma: agguantare.

    RispondiElimina
  6. guantar! è giusto! Brava! Stai diventando proprio una vera mula triestina! ;-)
    Ciao :-)
    Francesca

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.