venerdì 10 settembre 2010

Dopo molte epoche

.
Da Stanze di alabastro
di Emily Dickinson
Traduzione di Nadia Campana
SE - 2003

---------------
.
n. 66.
.
Sbagliando conservavo
conchiglie di costa -
accadde dopo molto epoche
di trattenere una perla -
.
- perché così tardi? - mormorai -
- ho bisogno di te.
E per questo il mio periodo -
rispose la perla -
comincia ora
.

.
*

.
Shells from the Coast mistaking -
I cherished them for All -
Happening in After Ages
To entertain a Pearl -
.
Wherefore so late - I murmured -
My need of Thee - be done -
Therefore - the Pearl responded -
My Period begin



.
---------------------------------------------

4 commenti:

  1. Meravigliosa poesia... Ti porto i miei più cari saluti. Qui su blogspot non ci capisco molto ma ci tenevo a salutarti, come facesti tu sul mio blog.
    Lidia

    RispondiElimina
  2. Ciao,
    le poesie della Dickinson mi sono sempre piaciute tanto, sono pervase da una sensibilità direi quasi straziante nel'esprimere gioia, dolore, tenerezza come questa che trovo dolcissima:

    50
    L'Himalaya fu visto
    curvarsi giù sulla margherita
    intenerito per quella cosa minuta
    cresciuta dove - tenda su tenda
    il suo universo stendeva
    bandiere di neve

    (tratta da Le stanze di alabastro,Edizioni SE, Milano 2003)
    Francesca

    RispondiElimina
  3. Anch'io stasera ho dato un'occhiata alle poesie della Dickinson:

    E' poca cosa il pianto,
    Sono brevi i sospiri:
    Pure, per fatti di questa misura
    Uomini e donne muoiono!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.