giovedì 29 settembre 2011

There is nothing wrong with Lucy

Simonetta Agnello Hornby in reteuno.rsi.ch














VENTO SCOMPOSTO
di Simonetta Agnello Hornby
Feltrinelli - 2009
.
Londra. Un famiglia borghese, benestante, con due bambine serene e sane. Forse il comportamento un pò snob di lei, forse i troppi soldi che guadagnano, soprattutto lui, forse le ossessioni superstiziose-ideologiche di un'educatrice dell'asilo frequentato da una delle due bambine, forse anche l'automatismo del sistema, sicuramente tutto questo insieme fa mettere in moto il meccanismo che renderà per mesi la vita dei Pitt un inferno: rischieranno la separazione, l'allontanamento delle bambine, la depressione;  le loro figlie rischieranno di essere affidate a due famiglie diverse.
Tutto accade all'insaputa delle bambine, per fortuna. La trama si svolge in maniera tale che il lettore riesce sia a giurare sulla veridicità delle accuse sia a sospettare che siano fandonie architettate per vari possibili motivi.
Altri personaggi vengono presentati e seguiti nelle loro vicende, attraverso gli sguardi dell'avvocato dei Pitt e le sue assistenti.
Finisce bene per i Pitt. Non altrettanto si può dire per tutti gli altri clienti/utenti.
Sicuramente il fatto che sono ricchi li ha aiutati a trovare le difese migliori. La parola abuso viene ripetuta decine e decine di volte, nei vari casi raccontati. A fine lettura è proprio la parola abuso che mi viene in mente per definire la brutta avventura dei Pitt.
.
"Lui godeva della femminilità matura di una donna e il suo modo di fare l'amore aveva bisogno di un corpo adulto, che rispondesse al suo. Gli accarezzò il braccio, poi la gamba e la schiena. Mike era robusto, non aveva un grammo di grasso. Non c'era niente, proprio niente, nel suo corpo e nel suo comportamento che potesse fare dubitare che la sua sessualità non fosse altro che sana."
.
.
----------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.