lunedì 5 dicembre 2011

Gulp!

"Ragnatele elettroniche capaci di imprigionare milioni di miliardi di dati ogni giorno. Tutto può essere sorvegliato, non c'è scampo: dai telefonini ai computer, le tecnologie a cui affidiamo la nostra quotidianità possono trasformarsi in traditori che riferiscono ogni cosa. Colpa soprattutto della Rete, dove viaggiano le informazioni sulla nostra vita ma che ormai è affollata di spioni d'ogni genere. Una sorta di Grande Fratello orwelliano che non ha più limiti operativi: si può entrare dovunque. Il nostro pc può diventare una telecamera che ci riprende nei momenti più intimi, la nostra posta può essere letta e c'è persino il modo di modificare i nostri sms prima che arrivino al destinatario. [...] ogni 60 secondi sul Web passano 168 milioni di e-mail, 370 mila telefonate via Skype, 98 mila tweet, 694.445 ricerche su Google, 1.500 nuovi post dei blog, 600 nuovi video caricati su YouTube. Un diluvio di dati che racconta tutto di noi [...]."
.
.(Da un articolo su L'Espresso di questa settimana intitolato Siamo tutti spiati, di Gianluca Di Feo e Stefania Maurizi)
.
-----
.
...GULP! Non resta che misurare le parole e le azioni ...oppure lasciarsi andare come sempre e poi prendersi la responsabilità delle conseguenze! "Trasparenti" volenti o nolenti. 
 .
-------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.