mercoledì 18 gennaio 2012

Giorno della Memoria

Viaggio, di Leonor Fini, olio su tela - 1965
immagine in leonor-fini.com



















Da
AMORE TRA DONNE
di
Charlotte Wolff
 
Astrolabio - 1972?
Traduzione: ?
Introvabile?!
..


"La società non può in nessun caso toccare coloro che sono abilmente riusciti a camuffarsi, ma lo Stato potrebbe rendere la vita molto difficile a coloro che si mostrano alla luce del sole. Per quanto ne sappiamo è stato questo il caso per più di 2000 anni. Per quanto le leggi sul lesbismo siano decadute in quasi tutti i paesi, la persecuzione delle minoranze lesbiche perdura attraverso varie forme di crudeltà mentale. Le lesbiche corrono sempre il rischio di restare isolate venendo ridicolizzate o ignorate. Si fa in modo che si sentano innaturali esseri viziosi. E' così ancora oggi, malgrado la nostra cosiddetta società permissiva. Il fatto che le omosessuali siano perseguitate dalla maggioranza, anche se ciò avviene in maniera sottile, crea un legame tra loro e le altre minoranze, con le quali, altrimenti, non avrebbero niente in comune. Non posso fare a meno di sottolineare ancora una volta una certa rassomiglianza fra il destino delle lesbiche e quello degli ebrei. E' possibile trovarli ambedue in qualsiasi parte del mondo e tutti e due i gruppi sono portati a sentirsi fuori posto, in maniera brutale o sottile. Benché la persecuzione fisica degli ebrei sia stata abolita in molti paesi civili, una leggera forma di antisemitismo seguita a persistere ovunque."
.
Charlotte Wolff (1897 - 1986), sessuologa tedesca, fugge dalla Germania per evitare le persecuzioni naziste. Nel 1971 pubblica Amore tra donne, il primo studio sul lesbismo realizzato con donne non portatrici di patologie psichiatriche varie. Uno studio vasto e - pur con i suoi limiti - accurato, tuttavia è ancora da scoprire per la maggioranza dei lettori e dei "professionisti della normalità" (per esempio politici che denigrano un avversario dichiaratamente gay e molto più popolare, o pseudo esperti che etichettano anormali determinati telespettatori). Lei ha usato il termine lesbismo per definire in maniera neutrale le donne che preferiscono relazioni con altre donne a livello emozionale, affettivo e sessuale. Una pietra miliare... che pochi hanno letto e forse (dico forse) non esiste più sul mercato italiano se non tra i libri usati (cercatelo, leggetelo, regalatelo).
.
E a proposito dei destini per molti aspetti simili e condivisi:
A Trieste
il 26 gennaio 2012, ore 15:00
presso il Civico Museo Sartorio, Largo Giovanni XXIII, 1
Sala Costantinides
nell'ambito delle iniziative del Comune di Trieste per il Giorno della Memoria
presentazione del libro:
R/ESISTENZE LESBICHE
NELL'EUROPA NAZIFASCISTA
a cura di Paola Guazzo, Ines Rieder, Vincenza Scuderi
Ombre Corte - 2010
.
Ne discuteranno
Paola Guazzo - curatrice del volume
Marco Reglia - Università del Litorale Capodistria/ Univerza na Primorskem Koper
Laura Scarmoncin - Università di Trieste
A cura del Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica di Trieste
.
All'interno dello stesso programma (che si conclude il 31 gennaio con un concerto al Teatro Miela e ha il momento culminante il 27 gennaio alla Risiera di San Sabba, in via Palatucci, 5, Trieste, con una Cerimonia Solenne  alle ore 11), il 25 gennaio alle ore 18.15 sempre al Museo Sartorio, si proietta il film BENT, Gran Bretagna -1997, di Sean Mathias (la storia di un omosessuale internato in un lager nazista), a cura del Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica di TS.
.

Link: Circolo Arcobaleno arcigay Arcilesbica di Trieste ,
 Trieste ebraica , Museo Risiera San Sabba,
 Resistenze lesbiche nell'Europa nazifascista presso Ombre Corte ,
Leonor Fini,
Omaggio video-teatrale di Trieste a Eleonor Fini, di Corrado Premuda
.


--------------------------------------------------------------------

1 commento:

  1. Alcune foto e qualche informazione biografica su Charlotte Wolff sono in "Ladies' Almanack - Artiste e scrittrici a Parigi e Londra negli anni Venti e Trenta", di Giovanna Olivieri, casa editrice: AESTRO - 1992.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.