domenica 5 febbraio 2012

Afferra l'oggi, sii nel presente

Foto dal sito: suedtiroler-weinstrasse.it















ORAZIO
Carpe diem
Traduzione di Luca Canali
I miti - Mondadori
.
Dalle  ODI
.
[ IV,11 ]
.
Ho un orcio pieno di vino
albano di più di nove anni;
ho nell'orto, Fillide, apio
da intracciarne corone, ho abbastanza
....
di edera di cui annodati i capelli tu
splenda: la casa sorride d'argento;
l'ara avvinta di caste verbene brama
sangue asperso da immolato agnello;
.....
tutta la schiera è affaccendata, qua
e là ancelle miste a valletti corrono;
le fiamme vorticanti esalano dal loro
lingueggiare opaco fumo.
.....
Perché tu apprenda a quali gioie vieni,
sappi che celebrare dovremo le Idi,
giorno che taglia a metà Aprile, il mese
di Venere marina,
...
a buon diritto a me solenne e più sacro
quasi del mio giorno natale, poiché
da esso il mio Mecenate enumera
i suoi anni che scorrono.
...
Telefo che tu ami, non adatto
alla tua condizione, è un giovane già
preda d'una fanciulla ricca e lasciva
che in grati lacci a sé lo tiene avvinto.
...
L'arso Fetonte distoglie dalle avide
speranze, e Pegaso alato
che sprofondò il mortale
Bellerofonte t'offre un grave esempio,
....
perché ti attenga sempre a ciò che ti si addice,
ed empi stimando i desideri fuor di misura,
eviti un compagno diseguale. Vieni, ultimo
dei miei amori
....
- ché poi non arderò per altra donna - ,
e apprendi i ritmi che con voce
amabile poi ridarai;
il canto allieverà gli oscuri affanni.
........
........
.
--------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.