martedì 28 febbraio 2012

Dal mare

Immagine: ugoprattforcortomaltese.it
 

INTRUSIONI
di
Corrado Premuda
Franco Puzzo Editore - 2004
.
.
Da Passaporto
.
.
"E a un tratto i passanti avventori del molo diventeranno ballerini che fluttuano sfiorando il suolo, l'odore di salsedine sarà l'aroma più afrodisiaco mai esistito, il cielo e il mare sposandosi all'orizzonte partoriranno una nave trionfante e imponente. Sarà il contorno per l'idillio che si compirà nel momento in cui il bel marinaio, dalla divisa bianca e dalla pelle dorata dal sole, appena sceso sul molo incontrerà lo sguardo di Brando.
Primo incontro, curiosità, desiderio di contatto: inevitabilmente reciteranno entrambi il ruolo che l'occasione suggerisce e pretende. Il ragazzino che aspetta il suo uomo ideale e il marinaio bramoso di mietere l'ennesima vittima, nel luogo transitorio della gente di mare.
A Brando toccherà il suo turno, assumerà le pose di rito: seduto sulla panchina, assorto nella contemplazione dell'oscurità marina, impaziente e teso. Pronto a un ritorno, a un arrivo, a un appuntamento, a diventare un prototipo.
I suoi lineamenti saranno quelli di chiunque scruti per avvistare la sua speranza che si avvicina veleggiando."
.
.
---------------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.