giovedì 22 marzo 2012

Apoftegmi

Georgia O'Keeffe, Road to the Ranch, 1964, Curties Galleries, Minneapolis
da : ARSKEY teknemedia.net























PER UNA VITA SERENA
Le regole d'oro degli antichi eremiti
di Renzo Baschera
Mondadori - 1988
.

Dal capitolo  Gli apoftegmi come regole di vita
.
8. La solitudine può essere all'inizio spaventosa e può anche provocare afflizioni dello spirito; ma quando diventerà come il pane quotidiano sarà una grazia.
12. Molti uomini appaiono perfetti con le parole, ma con i fatti sono imperfetti. Non limitatevi quindi a considerare le parole.
15. Lasciate che la superficialità dei lunghi discorsi ceda il passo ai silenzi contemplativi. Quando lo spirito è puro, può dire più cose con il silenzio che con la parola.
21. L'odio è una malattia che ti mangia la vita. E' saggio colui che sa dimenticare. Ricordati che chi odia, prima di fare del male al prossimo fa del male a se stesso, al suo corpo e alla sua anima.
26. La pace dell'anima è il primo bene sulla terra; senza la pace dell'anima il corpo è condannato alla sofferenza.
27. Il silenzio sia la tua veste. E il silenzio interno lo otterrai facendo tacere ogni voce che proviene dall'esterno. Solo allora scenderà dentro di te il silenzio solenne dell'universo.
35. Non ipotecare il domani perché non è tuo. E non rimpiangere il tempo di ieri perché non è più tuo. Pensa solo a vivere serenamente il presente.
42. Educate i vostri figli ad amare la tranquillità, la pace, la serenità dei pensieri. L'unica grande eredità che ogni uomo può lasciare ai suoi figli è il desiderio di vivere la pace.
48. Ogni volta che pensiamo di avere preso possesso di qualcosa l'abbiamo già perduta. Nulla si può afferrare perché tutto è vuoto.
56. Coloro che bramano il possesso di cose sono dei ciechi perché non vedono che ogni cosa sfugge di mano.
88. Il male non sta nelle cose, ma nel loro abuso. Il cibo non è male, ma lo è la ghiottoneria.
91. E' una grande cosa non avere attaccamenti passionali sulla terra. Solo così il giorno della partenza sarà meno doloroso.
96. Le onde dei pensieri corrotti e violenti sono anelli concentrici di una catena malefica. Se cedi alla prima dovrai cedere, anche non volendo, a quella che viene dopo. E così finirai per diventare schiavo della corruzione e della violenza.
100. Beato colui che sa vedere al di là di questa foresta chiamata vita. Beato colui che sa sentire al di là di questa frontiera chiamata morte.
.

Dal capitolo Le madri del deserto
.
"Fermatevi a contemplare le piccole, grandi cose della natura" consigliava Eteria. [...] E meditate sulla lezione che ogni momento ci fornisce la natura. Il fiore che vedete sbocciare è bello, è superbo nei suoi colori e nelle sue forme, ma prima ancora che sbocciasse il suo destino era già stato segnato: girate per qualche istante la testa e il fiore lo rivedrete appassito. Così è anche per gli uomini perché quando sono pieni di salute e in piena giovinezza hanno già segnata la loro fine. "Meditate sulle piccole cose" conclude Eteria "se volete imparare il segreto delle grandi cose...e soprattutto se volete riconquistare quella 'serena felicità' per la quale siete stati creati".
.
.

------------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.