martedì 3 aprile 2012

La sindrome di Facciamolafinita


Geena Davis in Cutthroat Island (Corsari) 1995


























Partita dalla Sindrome di Tietze, passando per la Sindrome di Morton, sono in procinto di collegare ufficialmente molti sintomi strani e antipatici alla Sindrome di Sjögren...(sto parlando soltanto degli ultimi anni!).
Venuta dai cicli di massaggi presso il Grande Victor (dopo la chiroterapia presso il piccolo Dottor Distrussen), e dai cicli di bombette al cortisone del gentile Dottor Azzeccasen (morto però poco dopo, purtroppo), soffermandomi per qualche mese su questa e quella terapia, inclusa la terapia di non sottopormi a nessun trattamento, sembrerebbe adesso che, forse, molto probabilmente, se il vento cambia davvero e se gli Dei dei Mari me l'accordano e l'equipaggio non riufiuta di obbedirmi, può darsi che... ritornerò sana, forte e addirittura giovane (...!!! ...La Dott.ssa  Gentilissima - che mi ha mandata dalla specialista  Lasolungastiatranquilla che mi ha mandata dalla specialista Finalmentetaggiustoio -  che mi sta seguendo, dice che no, questa ultima cosa non può prometterla nessuno!).
Comunque, come la corsara interpretata da Geena Davis: io non mi arrendo!
Io, la rotta verso l'isola felice ce l'ho, ben nascosta ovviamente, e, anche se non sembra, la seguo!
Facciamola finita e rimettiamoci in contatto con la vita. Va bene? Capito? E' un ordine!
.
.
--------------------------------------------------------------------------------------------


1 commento:

  1. Giusto! Mai mollare! Mai farsi scoraggiare dalle varie sindromi!
    Buon vento per il tuo viaggio per mare ;-)
    Francesca

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.