domenica 27 maggio 2012

The Ride Down Mount Morgan

Foto di Eva Rubinstein


















Arthur Miller
La discesa da Mount Morgan (1991)
A cura di Masolino d'Amico
Einaudi - 1993
.
Il ricco assicuratore Lyman si sveglia all'ospedale, ingessato e confuso, dopo un incidente stradale.
Il personale ha avvisato la famiglia, ma al capezzale dell'infortunato arrivano due mogli, Theo in compagnia della figlia Bessie, e Leah che ha lasciato a casa il figlio Benny.
Qualcuno ha informato i media e la vicenda è già uno scandalo nazionale.
Inizialmente le due donne si aggrediscono a vicenda ma a poco a poco cominciano ad avere comprensione l'una per l'altra, e in certi momenti sembrano capire anche il comportamento di lui, che indubbiamente è una canaglia affascinante, ma se ne andranno via addolorate, incerte su cosa fare non appena lui si sarà ristabilito.
Il bigamo, entrando e uscendo dal sonno della narcosi (e dall'ingessatura), muovendosi tra la dimensione onirica e la cruda realtà, deve finalmente affrontare il problema rimandato per anni: non aveva voluto scegliere a suo tempo, ma adesso probabilmente perderà entrambe le mogli  e con loro anche i figli. Probabilmente.

ATTO PRIMO
[...]
.
THEO  (precipitandosi minacciosamente verso Leah)  Fuori, fuori, fuori!
.
Proprio quando lei sta per mettere le mani addosso a Leah, Lyman alza le braccia al cielo e grida implorante.
.
LYMANN    Distese sul letto, tutte e due!
.
Istantaneamente le tre donne si de-animano come cedendo di schianto all'impellenza del suo comando. Lyman le guida a gesti, senza toccarle, e fa sdraiare Leah e Theo sul letto vuoto accanto quello dove è rimasta la sua ingessatura. Bessie guarda immobile.
.
LEAH  (distendendosi; con voce bassa, remota)    Che cosa gli dico, a Benny? Oh santo cielo, Lyman, perché...
THEODORA  (distendendosi accanto a Leah)    Hai un odore un po' asprigno, dovresti usare qualcosa.
LEAH    E' vero, ma a lui piace.
THEO    Blah.  (A Lyman)   E tu cosa diresti se una di noi si portasse a letto un altro uomo e ti chiedesse di dormirgli accanto?
LYMANN  (togliendosi gli occhiali)    Oh, cara, io lo ammazzerei. Ma tu sei una signora, Theodora; la squisita fattura del tuo nobile occhio, la tua fanciullesca fede in me e la tua delusione; il tuo idealismo e la tua mai ammessa avidità di ricchezza; la goffa tenerezza delle tue dita di legno, la tua cucina inguaribilmente protestante; il tuo savoir faire mondano e la tua inesperienza sessuale; le tue scarpe robuste e la tua devota maternità, l'intolleranza del tuo radicalismo di un tempo e l'ostinazione del tuo attuale amor proprio... il tuo teodorismo! Chi potrebbe mai rimpiazzarti!
LEAH  (ride)    Perché rido!!?
LYMAN    Perché sei una fottutissima anarchica, amore mio! (Si distende sopra tutte e due)  Oh, che piacere, che intensità! I vostri flussi di correnti contrari sono come fili di elettricità allo scoperto! (Le bacia tutte e due a turno)  Sarei  pronto a difendervi tutte e due fino alla morte! Oh, il doppio calore di due sante spose, questo è il paradiso! (Posa il capo su Leah portandosi alla guancia la mano di Theo).
LEAH    Senti, adesso devi prendere una decisione.
LYMAN    La sto solo rinviando il più possibile, rinviamola tutta quanta finché moriamo! Il rinvio, il rinvio, che cosa deliziosa è il rinvio, Leah, mia amata!
THEO  (si tira su a sedere)  Come fai a parlare ancora di amore è qualcosa che non riesco a capire.
LYMAN    Eppure io ti amo ancora, Theodora, anche se certe parti del tuo copro mi riempiono di rabbia!
THEO    E quindi le hai semplicemente sostituite con delle altre.
.
Leah, sempre supina, alza una gamba in aria e la sottana le scivola mostrando la coscia.
.
LYMAN  (rispondendo a Theodora, baciando la coscia di Leah)   E' la verità, sì... almeno, in un primo momento è stata solo una questione di carne.
LEAH  (stirandosi, distendendo le braccia e il corpo)    Oh, com'è stato bello! Mi sento ancora il cuore che batte fino alla punta dei piedi. (Si alza, va da lui)  Scoppi di salute, tu.
LYMAN  (un tentativo ironico)    Vuoi dire per la mia età? Sì.
LEAH    Non volevo dire questo!
.
Si prendono a braccetto e camminano; gli altri spariscono nel buio mentre loro sono investiti dalla chiara luce del sole.
.
LYMAN    Godo di una salute strepitosa. Minaccia addirittura la mia dignità.
[...]
.
.
---------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.