mercoledì 22 agosto 2012

Orgogli

Elio Di Rupo (Morlanwelz 1951), Primo Ministro belga
dal 6 dicembre 2011.

























Quando qualche anno fa Antonia Edvige Albina Maino, detta Sonia, vedova Gandhi venne eletta Primo Ministro in India (lei rinunciò all'incarico poco dopo per evitare disordini e minacce), io mi sono sentita molto orgogliosa delle mie e delle sue origini italiane.
Quando qualche anno fa Johanna Sigurdardottir è stata eletta Primo Ministro in Islanda, io mi sono sentita orgogliosa di lei perché tra le altre cose è anche una lesbica dichiarata
e questo particolare i suoi elettori e i suoi concittadini non lo hanno considerato un difetto.
In Belgio, il 6 dicembre 2011 il signor Elio Di Rupo, già Presidente del Partito Socialista belga, è stato nominato anche Primo Ministro. (Il 6 dicembre del 2011!! Sono in ritardissimo con i festeggiamenti!).
Inutile dire che sono orgogliosa di lui, e questa volta lo sono perché lui è figlio come me di emigrati italiani (nel suo caso abbruzzesi) nella stessa nazione in cui sono nata io; e perché è un politico omosessuale dichiarato (ma la sua nomina è particolare anche perché è il primo francofono a ricoprire la carica dopo alcuni decenni in un paese comunemente definito bilingue ma in realtà trilingue).
Questo in un paese cattolico, e immagino lui stesso di origine cattolica.
Ma sbaglio o questa cosa è passata un po' in sordina nei media italiani?
O sono soltanto io la distratta... e ho dovuto aspettare una serata casuale con la presenza di due simpatici belgi per venirne a conoscenza (ma dove vivo?! ... Nel mio mondo evidentemente!). Sapevo di lui ma non della sua nomina (beh, non ho mai preteso di cavalcare l'onda dell'attualità). Comunque lui è anche un esempio dell'integrazione italiana in Belgio, di una integrazione in generale, riuscita e fruttuosa.
Recupero il tempo perduto visitando e proponendo vari siti e link:
il sito ufficiale del Primo Ministro belga premier.be
il sito ufficiale di Di Rupo
l'intervista in cui ha parlato della sua omosessualità la prima volta: lalibre.be
un articolo interessante del 1997 su Lesoir.be
Di Rupo su Wikipedia, e Sole24ore
.
Due post che ripropongo :
1 - Il patto del carbone
2 - La catastrophe
Altre due letture relative alla emigrazione italiane (relativa al patto del carbone) in Belgio: Rue des italiens di Girolamo Santocono
e Schiena di vetro di Raul Rossetti
.
.
---------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.