lunedì 24 settembre 2012

Due poesie di Frisa

Le finestre di un rudere a Chiusaforte. Foto di Angela Siciliano





















Da La costruzione del freddo
di Lucetta Frisa
Ripostes, 1990
in arcipelagoitaca.it
.
.
La passione
.
Della passione le inclinazioni
segui quella che ti assomiglia -
ma che sia generosa.
Il cuore delle cose è fiamma
fiamma il tuo cuore se si spalanca
allo spazio e accende le corrispondenze
in eloquente calore...

E’ la ragione istintiva del rosso:
scavalca i punti di quiete
brucia l’osso e l’idea pulsando
nel dolore e sul foglio vivo
e li tramuta in opera.
.
Se il grigio ingrigisce i sensi
e assopisce il senso del tuo viaggio
ricòrdati del rosso che brucia sotto
e ha il colore del risveglio.
.
.
L'inadeguatezza
.
Dell'inadeguatezza le inclinazioni
conducono lontano dal tuo corpo,
l'altro desiderio innalza rupi
e più sali, più la strada scende.
.
Con la freccia spuntata miri al leone
coi piedi scalzi attraversi bufere
leggi parole che scompaiono -
sbagliano l'occhio o il libro?
.
L'acqua trabocca si frantuma il vaso
nulla si versa in te e non ti versi in nulla:
impara con penna o foglio la misura
tra parola e sogno e in mezzo la mano.
.
Insegna l'inadeguatezza a fermare qui il visibile.
.
.
-------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.