martedì 4 settembre 2012

La voce ammutolita

Susan Burnstine: Crossing The Bridge
In photographersgallery.com























"S'accorgeva soltanto che quella voce limpida e sicura dell'animo suo, che un tempo era desta in lui e nei suoi tempi d'oro l'aveva sempre guidato, era ammutolita.
Il mondo l'aveva assorbito, il piacere, l'avidità, la pigrizia, e infine anche quel peccato ch'egli aveva sempre disprezzato e deriso come il più stolto di tutti: l'avarizia. Anche la proprietà, il possesso e la ricchezza s'erano infine impossessati di lui, non erano più per lui inezia e gioco, ma erano diventati peso e catena."

Brano trovato a caso aprendo il SIDDHARTA di Hermann Hesse che mi porto dietro da decenni, che ho letto e riletto più volte e che ho riaperto con affetto dopo aver saputo che sta compiendo i novant'anni e domani esce un'edizione nuova con fotografie e scritti iniediti dell'autore, sempre per l'Adelphi e sempre tradotto da Massimo Mila. (La Repubblica, 2.9.2012, articolo di Antonio Gnoli)
.

.
---------------------------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.