mercoledì 24 ottobre 2012

Tre di Lalla Romano

Foto di Edouard Boubat, 1950.
 in edouard-boubat.fr





















LALLA ROMANO
da Giovane è il tempo
(Da una ruvida mano)
Einaudi - 1974
.
.
1
.
Come il lume nella stanza tranquilla
senza un'apparente ragione
ha trasalimenti e cadute
e improvvise folgorazioni
qualcosa attraversa l'anima
che la fa lievitare e fiorire.
.
.
2
.
Da una ruvida mano siamo spinti
riluttanti animali
scacciati dal calore di una tana
sulle strade ventose
.
Non sapevamo
che l'eterno è tempesta
ora tremiamo
nelle misere vesti
al vento siderale
.
Converrà mettere penne
e robuste ali:
sul mare
non soccorrono approdi
al lungo viaggio
.
.
3
.
Musiche nascono e muoiono
sono ancora parole
soli ardono si spengono
sono ancora tempo
.
Solamente il silenzio
oltre il gelo dei mondi
oltre il solitario passo dei vecchi
oltre il sonno dimenticato dei morti
.
solo il silenzio vive
.
.
----------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.