sabato 8 dicembre 2012

Le mogli dei Nazzareni piceni

Foto: Beatrice Piacentini-Rinaldi
(1856-1942)
dal sito comunesbt.it






















Da SONETTI MARCHIGIANI
di Bice Piacentini
Dialetti italici - Roma -1926
.
(Con personale e sicuramente manchevole
tentativo di traduzione, sfruttando le note del libro stesso
e i miei anni trascorsi a San Benedetto del Tronto.)
.
.
Lu vi bbune
('N cantine)
.
- Marìteme sta jècche? - Scì, Mariè.
- Avè se sta 'mbriache, 'llu zezzò!
... Jè nnòtte, su, rejème, Nazzarè!
Te puzza sprefennà, ttè 'ssu 'mbriacò!
.
'Stu scellerate! 'N ze te ritte, avè!
Avè 'nta va facènn'j sburdijò!
Su, fa lu bbune, su, vinne 'nche mmè.
Che sci 'mpise! Cammine, sci u no?
.
Abbije preste a ffamme trebbelà;
scème spesate 'n jè manche trè ddì!...
Ppù, le fantelle se vo' maretà!
.
Avè s'jè bbille 'stu sacche de vi'!
'N fa' la cummèdie, a mmè nen me teccà!
'Stu zizze, 'stu schiefuse, passa vi!
.
*
.
Il vino buono (in osteria)
.
- E' qui mio marito? - Sì, Marietta.
- Guarda come è ubriaco, lo sporcaccione!
... Forza! andiamo a casa Nazzareno, che è notte!
Che tu possa sprofondare, ubriacone!
.
Scellerato, guarda non si regge in piedi!
Guarda come va barcollando!
Su fai il bravo, vieni con me.
Accidenti quanto pesi. Vuoi camminare sì o no?
.
Comincia già a farmi soffrire,
siamo sposati da appena tre giorni!
E poi le ragazze vogliono sposarsi!
.
Ma guarda che bel sacco di vino!
Non fare la commedia, non toccarmi!
Sporcaccione, schifoso, levati!
.
.
.
---------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.