domenica 2 dicembre 2012

Cinque di Frabotta

Biancamaria Frabotta.
Foto da poesiablog.rainews24.it


























DA MANI MORTALI
di Biancamaria Frabotta
Mondadori - 2012
.
.
Manca un fiore
alla tua tomba recente.
Non avertene a male
se lo rubo a un vicino.
Nutrita è la sua scorta
e perdonerà il furto.
E' la prima estate
che t'ho voltato le spalle.
Come quando il mare è solo, la sera
e si smette di guardarlo.
.
---
.
Con le spalle allo sciabordìo
della cucina, ascolto dalla banchina
il richiamo delle chete stoviglie.
Ti sei alzato prima di me
esploratore predestinato
alla luce e una volta
fuori, non so se torni
a vegliare il mio buio.
Ma io non sospiro da sola
nella cunetta del lenzuolo
dove, come di un visitatore
occasionale, accanto
per un poco di te
resta il caldo, il mormorìo
delle vaghe chiacchiere
l'imbarazzante aroma
della vita consenziente.
.
---
.
Sorgeva da un angolo lontano del campo
ma era come se sorgesse da ogni angolo
su quei due che la vedono senza voltarsi.
Bianca e nera, quanto la sua lontananza.
E splendenti, nella sventura dei crateri
miliardi di occhi catturati a spiarla.
.
---
.
Scuotiti malumore congenito
ai fervori del giorno dicembrino
lesto corre il sole d'inverno
grato alle nostre ossa usurate
verso un nuovo compimento.
All'inizio tutto era presente e informe
ma oggi si battezza un'opera desiderata
vai scheggia di azzurro fra
le grate della segreta, vola
semplice come un saluto
a chi ne ha fatto richiesta.
.
---
.
Nell'estate del duemila e tre
tutto si prosciugò silenziosamente.
Un meraviglioso azzurro puntato
su di noi come un'arma radiosa
premeva i piedi sul suolo, spruzzava
di calce le pareti, entrava, senza
nemmeno una goccia di pioggia
anche di notte
dentro i nostri occhi spalancati.
Dal tronco del melo colava pece nera
e a febbraio bisognò abbatterlo intero.
Il fico si salvò scrollandosi di dosso
la veste lieve delle foglie assetate
e a luglio cogliemmo fichi secchi
da terra, come fosse Natale.
La siccità portò via anche due peschi
che si erano avviticchiati l'uno all'altro
all'insaputa di tutti, in un solo albero da fuoco.
.
.
.
---------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.