martedì 19 marzo 2013

La casa dell'Assurdità



Non trovo una spiegazione ragionevole per giustificare la lentezza con cui si svolge qualunque faccenda politica italiana.

Perché bisogna votare in due giorni e non in un solo giorno? Perché bisogna aspettare una settimana per conoscere i risultati definitivi? Perché bisogna aspettare circa 30 giorni prima di avere un qualunque governo o non governo?

E ancora: Perché all'elezione del Papa, che è capo dello Stato del Vaticano, la banda suona l'Inno di Mameli che è l'Inno nazionale italiano? Perché i neo presidenti della Camera e del Senato al loro primo discorso salutano il Papa che non è nessuno dentro lo Stato e dentro il Parlamento italiano?

E perché non parlano di tante altre cose i giornali quando non hanno niente di cui scrivere sulla confusa politica del momento invece di inventarsi tanti niente puntualmente smentiti e riconfermati e rismentiti?

Infine: Perché giornalisti, politici, esperti non stanno a casa o nei loro uffici a studiare, leggere, elaborare, preparare (cioè a lavorare) invece di stare seduti ogni santo giorno in ogni santo canale televisivo a parlare, parlare, parlare, parlare, parlare, parlare, parlare, parlare, parlare, parlare, parlare?



----------------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.