giovedì 28 marzo 2013

Una bambina





Una bambina e basta
di Lia Levi
Edizioni e/o - 1994




Descrizione candida dei giorni in cui una famiglia romana di ebrei
lentamente arriva al momento in cui dovrà dividersi e nascondersi per evitare il peggio.
Il rifugio sarà un convento cattolico di suore, dove camuffata da bambina cristiana e cattolica, la protagonista  riuscirà anche a frequentare la scuola.
La Storia sfiora appena il convento (dei soldati tedeschi che occupano una villa accanto, uno di loro che chiede di telefonare in portineria, delle bambine che vanno a casa per una ricorrenza religiosa e non tornano mai più , un soldato tedesco prima e due soldati americani dopo che chiedono di bere alla fontanella dell'orto, le lacrime negli occhi delle mamme, l'ansia nei gesti delle suore). O forse è soltanto la protezione delle adulte che con efficacia lascia le bambine il più possibile alla loro età, al loro semplice quotidiano sereno. La guerra finisce, la pace le ritrova un pò cresciute e la vita riprende quasi come prima.
Il titolo viene dalle ultime righe dell'ultima pagina:

Alla radio scrivo un giorno una lettera per partecipare a un gioco, forse un concorso. Sono ancora nel cerchio di mia madre e così corro a fargliela leggere, prima d'imbucare il foglietto nitido dove ho sforzato la scrittura al meglio.
"Cara radio" comincia la letterina, "sono una bambina ebrea ...". Mia madre legge e con un grande gesto come di teatro comincia a strappare il foglio scritto in pezzi sempre più piccoli.
La guardo sbalordita: che grande errore ci può mai essere? E anche se c'è da correggere, perchè questo insolito rompere tutto? Dispetti così la mamma non li aveva mai fatti. Mamma non sembra arrabbiata, anzi, è quasi allegra e butta i pezzetti del mio lavoro in aria come se fossero coriandoli di carnevale. La guardo irosa e offesa. Anche mamma mi guarda, ma con una specie di ilare indulgenza. "Non sei una bambina ebrea, hai capito? Hai capito? Sei una bambina. Una bambina e basta". Una bambina e basta."



-------------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.