lunedì 19 agosto 2013

In costa lontana

Foto di Gianna Omenetto: Mappamondo



















ADDIO
di
Gabriela Mistral
Pseudonimo di Lucila de María del Perpetuo Socorro Godoy Alcayaga
(Cile 1889 - U.S.A. 1957)
da "L'onda morta"
in
"Gabriela Mistral - Premio Nobel 1945"
UTET - 1968

Traduzione di Piero Raimondi


In costa lontana
e nel mar di Passione,
diciamoci addii
senza dirci addio.
E non fu verità
l'allucinazione.
Né tu la credesti,
né io la credo,
"ed è certo e non è certo"
come nella canzone.

Andando verso il Sud
io dicevo:
- Andiamo verso il mare
che divora il Sole.

E andando verso il Nord
la tua voce diceva:
- Andiamo insieme a vedere
dove nasce il Sole.

Non dire per gioco
o esagerazione
che ci separarono
terra e mare, che sono:
essa, sogno, e lui,
allucinazione.

Non dirti solo
né chieda la tua voce
albergo per uno,
all'albergatore.
Getterai l'ombra
che sempre si proiettò,
morderai la duna
con il passo di due...

Affinché nessuno
né uomo né dio,
ci chiami divisi
come luna e sole;
perché né roccia
né vento errante,
né fiume con guado,
né albero ombroso,
imparino e dicano
menzogna od orrore
del Sud e del Nord,
dell'uno e del due!





---------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.