domenica 6 ottobre 2013

L'alibi prima del peccato

Pino Roveredo. Foto da
contrada.it (Teatro Stabile di Trieste)









CAPRIOLE IN SALITA
di PINO ROVEREDO


Romanzo per molti aspetti autobiografico, è la storia di un alcolista.
Come con le cosiddette droghe anche con l'alcol si può finire in manicomio, in prigione, a dormire dentro una scatola di cartone in stazione, a rubare gli ori ai familiari, a spergiurare, a morire di malattie conseguenti all'abuso.

Questo  primo romanzo di Pino Roveredo è uscito nel 1996 pubblicato dalla  LINT, una casa editrice triestina (triestino anche l'autore), e attualmente è pubblicato da Bompiani:

Fui ricevuto da un medico con capelli scuri e occhiali che sembrava approfittarsi della sua altezza per farmi sentire ancora più basso, mi chiese in maniera molto dolce e rilassandosi sulla sedia di parlargli di me. Sicuro che qualsiasi cosa gli avessi detto non l'avrebbe interessato cominciai con il collegio, cercando un po' di commiserazione sulle difficoltà passate, presentando l'alibi prima del peccato. Proseguii con la cronaca bugiarda del mio bere, diminuendo spudoratamente tempo e quantità, ma dopo tanti anni per la prima volta mia moglie si ribellò all'omertà arrugginita della vergogna e rubandomi la parola intervenne per smentirmi, presentando dosi e qualità nei loro termini esatti. Il dottore la calmò dicendole: "Non si preoccupi, signora, sapesse quanti esordiscono con soli due o tre bicchieri ma poi, quando si entra in confidenza, la misura tocca tranquillamente la verità dei litri".



--------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.