venerdì 8 novembre 2013

Due di Martha Canfield

Foto dal sito  casadelaliteraturaperuana.pe






















Canzone del tempo rotondo
(da Per abissi d'amore, Lietocolle - 2006)


Quando il tempo era rotondo
e profumava di mela
non temevo e ti sognavo
nelle notti senza alba.

I fantasmi erano nostri
ballavano nelle feste
bevevano il nostro vino
e la gioia era perfetta.

Era nel tempo rotondo
nella vita senza sogno.
Torneranno quelle ore?
Rinascerà il tuo ricordo?


*

Pantelleria
(da Nero cuore dell'albaMultimedia Edizioni - 1997)


Era la terra in mezzo ai mari
un circolo imperfetto
di poche montagne e di altipiani
profonde valli strette
senza spiagge con golfi di scogliere
e con archi di pietra
fra le pietre notturne
del principio vulcanico.

C'erano stati il fuoco e l’eruzione sotto il mare
il portentoso muggire del toro
avvinghiato nel centro di un’insolita stella
senza luce
la luce nel suo grembo marino
teso e pregno
gemendo nel partorire una cuspide intera
di tormentate rocce
senza fiumi o sorgenti
senza spiagge né coste
di dolcezza
montagna senza pace
la valle stretta
e quegli archi di pietra
sul mare dell’origine.

Poiché ancor prima dell’eversione
c’era stata la calma millenaria
sommersa appagata
nel sonno privo d’aria
nel silenzio profondo scrupoloso
dell’Angelo piegato
la testa nascosta fra le ali
a doppio paio
a doppio bianco sconfinato
in così lunga attesa
in tanta mestizia persistente.




Link: Casa della poesia Multimedia Edizioni



-----------------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.