venerdì 22 novembre 2013

Ligefrem

ipoetisonovivi.com










TRADUZIONE AL VOLO IN UNA SERA DI PIOGGIA DI UN NOVEMBRE TRIESTINO.
Passando per ipoetisonovivi.com mi sono incuriosita e sono andata a vedere cosa è stato pubblicato di Henrik Nordbrandt. Ho trovato fortovscafé  ovvero caffè all'aperto tradotta da Bruno Berni (in Il nostro amore è come Bisanzio):


caffè all’aperto

pioviggina un po’
ma non abbastanza perché si possa proprio
chiamarla pioggia

e noi lentamente ci bagniamo
ma non abbastanza perché valga proprio
la pena di parlarne

e un po’ ci innamoriamo
ma non abbastanza perché si possa proprio
chiamarlo amore.

*

fortovscaffé

             det stænker en smule
men ikke så meget, at man ligefrem
             kan kalde det regnvejr

              og vi bliver langsomt våde
men ikke så våde, at det ligefrem
             er noget at tale om

              og en smule forelskede
men ikke så meget, at man ligefrem
              kan kalde det elskov.



Conoscendo abbastanza il danese, non posso fare a meno di leggere l'originale e mi rendo conto che la mia traduzione suonerebbe leggermente diversa. Quella di Bruno Berni è ottima, delicata, onesta. Ma io, velocemente, senza grandi riflessioni, tradurrei (dando a quel "ligefrem" una spinta, legittima, in crescendo) così:

bar all'aperto

pioviggina un poco
ma non così tanto da poterla 
proprio chiamare pioggia

e lentamente ci bagniamo
ma non così tanto da doverne
perfino parlare

e ci innamoriamo un poco
ma non così tanto da poterlo
addirittura chiamare amore

Traduzione di Angela Siciliano




--------------------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.