venerdì 1 novembre 2013

L'isola mentale

Federica Manzon


















COME SI DICE ADDIO
di Federica Manzon

Mondadori - 2008

Belli di pura giovinezza, complicati e delicati per la stessa ragione, un gruppo di ragazzi, insieme per uno stage della Comunità europea in Grecia, si conosco e convivono per quattro mesi.
Una Grecia quasi disabitata, lontana dalla capitale, lenta, un programma quasi inesistente, una specie di luogo-utero azzurro di mediterraneo, accecante di sole estivo. Ma con la spiaggia sporca di lattine e preservativi!
I personaggi vengono fuori a poco a poco esponendo ingenuità e irrequietezza. Uno stage che si rivela una vacanza forzata, tra l'imbroglio e l'equivoco, una vacanza che chiaramente segna il confine tra l'essere ancora "bambini" e il diventare con istintiva ritrosia "adulti". La protagonista osserva, descrive e sembra già essere oltre quel confine, malgrado tante cose non capite e non dette, tante sensazioni e sentimenti lasciati a svaporare nella speranza che spariscano nel niente.

"Sono quasi le quattro e dobbiamo deciderci ad andare allo Youth, a preparare l'inaugurazione. Dopo mesi in cui abbiamo passato sette ore al giorno in quelle stanze, e organizzato corsi e dato parvenza di attività, scopriamo che deve essere ancora inaugurato, come se fino ad ora non fossimo stati lì."




----------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.