martedì 18 febbraio 2014

Pausa sui colori - 1

La casa verde di Gabriele Münter (1877-1962)






















"Il linguaggio e la vicenda artistica di Gabriele Münter sono strettamente legati alle innovazioni del Blauer Reiter (Il cavaliere azzurro), il gruppo di pittori di Monaco, e all'atmosfera di esuberante creatività che fece della città, nei primi anni del Novecento, un centro dell'avanguardia. E tuttavia, benché la sua pittura sia riconoscibile come manifestazione delle idee del Blauer Reiter (per esempio, il colore come elemento espressivo autonomo e non come strumento della rappresentazione), i suoi esiti di organizzazione formale tramite i rapporti cromatici, così come la sua sensibilità soggettiva eppure controllata, l'avvicinano in qualche modo più ai Fauves francesi o al Gauguin di Pont-Aven che alle esasperazioni più astratte o più aggressive dell'espressionismo tedesco. [...]."

Da LE GRANDI PITTRICI 1550-1950 di Ann Sutherland Harris e Linda Nochlin, Feltrinelli - 1979
Traduzione di Margherita Leardi

Nota sugli intrecci umani: Legata a Kandinskij sia artisticamente che sentimentalmente.



--------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.