martedì 29 luglio 2014

Así que pasen cinco años

Federico Garcìa Lorca (Foto da eldiario.es)



















ASPETTIAMO 5 ANNI
Leggenda del tempo in tre atti e cinque quadri
(1931)

di Federico Garcìa Lorca

A cura di Vittorio Bodini
In  "I capolavori di Garcìa Lorca"
Einaudi 1952-1990

Dimensione onirica. Follia che filtra la scena. L'amore che non si vuole. L'amore che non si può. La vita che è dove non la sappiamo e che non è dove la immaginiamo. Simboli, metafore, rime, canzoni e colori sgargianti racchiusi nella notte. Il tempo che si esprime nel presente, nel futuro, nel già passato, nel niente.
Tra i 22 personaggi: il Giovane, il Vecchio, la Dattilografa, il Bambino (morto, con il Gatto), il Manichino, il Domestico e tre Giocatori.
Il Giovane ama la Fidanzata ma per sposarla vuole aspettare cinque anni, senza darci un perchè, trascorsi i quali la trova innamorata di un Giocatore di rugby, nel frattempo ha sottovalutato l'amore della Dattilografa che però mette a fuoco una volta resosi conto che la Fidanzata non lo vuole più, ma ormai è tardi. Infine una partita a carte con tre misteriosi signori lo ucciderà.


ATTO TERZO
Quadro secondo

[...]
GIOVANE   Dammi un bicchiere d'acqua fresca. (L'aspetto del Giovane manifesta sconforto e prostrazione fisica. Il Domestico lo serve). Non era molto più grande quella finestra?
DOMESTICO   No.
GIOVANE   E' strano che si sia stretta. La mia casa aveva un patio enorme dove io giocavo coi miei cavallucci. Quando l'ho rivisto a vent'anni, era così piccolo che non mi sembrava possibile che io abbia potuto corrervi tanto.
DOMESTICO   Il signore sta bene?
GIOVANE   Sta forse bene una fontana che getta acqua? Rispondi.
DOMESTICO   Non so.
GIOVANE   Sta bene una banderuola che gira come vuole il vento?
DOMESTICO   Il signore fa dei paragoni... Io invece vorrei chiederle, se il signore permette... E il vento sta bene?
GIOVANE (brusco)   Sto bene.
[...]


-----

Link: diquiacinqueanni.com
(Nel sito ci fanno notare la coincidenza della data completa che sembra sia alla fine del manoscritto di quest'opera, 19 agosto 1931, con quella della morte di Lorca, 19 agosto 1936, esattamente cinque anni dopo.)


--------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.