domenica 3 agosto 2014

Il signor X

Vitaliano Trevisan.
Foto: Gerhard Kassner- 2004
in berlinale.de























UNA NOTTE IN TUNISIA
di Vitaliano Trevisan

Einaudi - 2011

 
Un uomo politico italiano malato, "in esilio" per sé stesso, latitante per le leggi italiane, è in Tunisia, in una grande casa in riva al mare. E' aiutato nel quotidiano da Cecchin  un ex portiere di notte che funge anche da segretario. Ha intuito che la malattia che lo immobilizza è mortale ma nessuno ha il coraggio di dirglielo.
E' morto il politico muore anche l'uomo.
Nella tragicommedia viene chiamato semplicemente signor X ma i riferimenti alla politica italiana e all'ambiente intorno ne fanno subito un Bettino Craxi disilluso e tagliente, furente e diffidente, deciso a morire senza ulteriori umiliazioni, con l'intenzione di dare alle stampe una voluminosa testimonianza di quanto ritiene sia accaduto in effetti.
Sua moglie torna da un viaggio in Italia in compagnia del signor XX ovvero suo fratello, che un poco gli somiglia e che essendo medico può interpretare meglio la cartella clinica.
Durante un pasto nella terrazza a picco sul mare (molto presente acusticamente), il fratello cade, probabilmente morendo già nell'impatto.
Si allude alla possibilità che l'aiuto della cognata quando sta perdendo l'equilibrio non sia per evitare che cada, e si allude alla possibilità di creare una sostituzione di persona per poter lasciare la Tunisia... ma chissà se il Signor X si convincerà?



SCENA SECONDA

[...]
X   [...] Il popolo non ama affatto le cose semplici
dirette
né il vero
né il semplice Cecchin
(Riprende in mano la "Repubblica")
che uno sia Presidente del Consiglio
o saltimbanco
deve sempre promettere l'impossibile
Se prometti poco
il popolo si defila
ti abbandona
ti volta le spalle
ti appende per i piedi
Una maggioranza enorme di imbecilli Cecchin
a questo bisogna credere
Non si spiega altrimenti
[...]


---

Link: Una notte in Tunisia con la regia di Andrée Ruth Shammah al Teatro Franco Parenti


------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.