lunedì 22 giugno 2015

Pietre sul mare



La città nel golfo
di
Boris Pahor
(1913)

Traduzione dallo sloveno di Marija Cacin
Bompiani - 2014


Siamo nel settembre 1943. Un soldato dell'esercito italiano, Rudi Leban, dopo l'armistizio, abbandona la divisa e rientra a Trieste viaggiando clandestinamente in treno.
Sta pensando di partecipare alla lotta partigiana.
Trova conferme e aiuti tra la gente dei borghi sui pendii intorno Trieste, tra Prosecco e Contovello, paesi strattonati dalla bora ma solidi e sicuri come le pietre carsiche sulle quali sono costruiti.
Lì trova la sua gente, quella che parla sloveno da secoli e che per questo ha subito angherie e mutilazione alla propria identità.
Trova sé stesso e le proprie motivazioni tra gli anziani, resistenti testimoni del tempo, tra i giovani vigorosi, le donne e gli uomini forti, affaccendati nella vendemmia e nella inevitabile cospirazione.
Rudi sceglie di combattere in città piuttosto che in montagna, per difendere meglio questa identità, per proteggere la città che appartiene anche a lui e alla sua gente, per dimostrare che in città ci sono anche "loro", quelli che parlano sloveno.


"Così, vestita di nero e immobile, pare una mite statua antica, dalle mani sulle ginocchia. E è antica, quella statua, poiché i palmi delle mani adagiate sulle ginocchia sono radici di legno inframmiste a quella terra ramata, poiché anche il suo volto pare fatto della terra solcata dalle siccità dei secoli carsici. Porta gli occhiali ma dietro a quelle lenti, spesse come il fondo di un bicchiere, gli occhi sono chiusi. La stanghetta destra degli occhiali è avvolta  da un nastro bianco che conferisce al suo volto un che di innaturale e di stranamente attraente. I solchi sulla sua fronte, le profonde pieghe screpolate ai lati della bocca e lungo il mento sono invece sedimenti e rughe di un atavico struggimento. Sono screpolature calcaree, sono una zolla di terra solcata che a ogni minimo contatto si sgretola in un ghigno amaro."


Il romanzo La città nel golfo sul blog cristinabattocletti.blog.ilsole24ore.com
e presso la casa editrice Bompiani.

112914

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.